Servizio di Mediazione Familiare Avv. Strampelli Cell. 339 6985608 - Avv. Lorenzetti 338 1574646

Differenze con altri interventi per la famiglia

Spesso la mediazione familiare viene confusa con la terapia di coppia, oppure con la terapia familiare e anche con la semplice consulenza legale. La differenza è totale perché come abbiamo già detto, la mediazione familiare ha un obiettivo opposto a quello della terapia familiare o di coppia, perché l’unico scopo è giungere alla separazione o divorzio consensuale. Anche la differenza con la consulenza legale  è sostanziale, perché questa cura gli interessi dei clienti, mentre il mediatore cerca gli accordi con la coppia in conflitto. Il consulente legale può, semmai, collaborare con il mediatore se questo lo richiede. In sintesi: la psicoterapia di coppia o familiare opera per risanare l’accordo tra i partner e/o con i loro figli e parenti; la consulenza legale opera per curare gli interessi della coppia; la mediazione familiare opera esclusivamente per portare la coppia in conflitto alla separazione o al divorzio consensuali. I vantaggi sono evidenti: le separazioni o i divorzi consensuali si raggiungono in tempi molto più brevi dei procedimenti processuali “per colpa”. E con costi decisamente inferiori. CENNI STORICI Il primo centro di mediazione familiare nasce [...]

Differenze con altri interventi per la famiglia 2018-06-20T20:32:06+00:00

Una novità chiamata Mediazione Familiare, modello integrato forense.

Basterebbe scorrere gli archivi dei processi civili e penali per separazioni e divorzi per comprendere quanto tempo  e denaro hanno sprecato le coppie (e le istituzioni) prima di raggiungere risultati concreti, spesso non soddisfacenti. E’ possibile evitare questa guerra tra marito e moglie per giungere a una separazione o divorzio consensuale? Certamente sì, attraverso la MEDIAZIONE FAMILIARE, attività  svolta da professionisti competenti  appositamente preparati. Iniziata negli Anni Settanta del Novecento, la mediazione familiare  sta velocemente prendendo campo anche da noi con ottimi risultati. COSA E’ LA MEDIAZIONE FAMILIARE E’ un’attività extra giudiziale svolta da professionisti appositamente preparati finalizzata a trovare un accordo tra partner in fase di separazione o divorzio  per giungere a uno stato di totale condivisione.  Gli aspetti principali delle “guerre” tra marito e moglie che intendono separarsi o divorziare, riguardano la gestione dei figli e la ripartizione dei beni materiali mobili e immobili. La mediazione familiare non è in alcun modo finalizzata a riunire la coppia. Requisito indispensabile per intraprendere tale percorso è l’assenza di conflitto giudiziale in corso. La mediazione familiare è infatti finalizzata al raggiungimento degli obiettivi [...]

Una novità chiamata Mediazione Familiare, modello integrato forense. 2018-06-01T17:54:52+00:00

Milano, la Mediazione familiare “entra” in Tribunale

Spesso siamo portati a pensare che i Tribunali siano solamente luoghi di soluzione draconiana del conflitto: c’è chi ha ragione e chi ha torto e spetta sempre al Giudice decidere, battendo sonoramente il martelletto. Una visione manichea del winner takes it all che mal si addice a quelle situazioni familiari che devono riorganizzarsi dopo la fine di un amore. Non sempre, infatti, una decisione netta – per quanto intelligente e ponderata – risolve il problema. Pensiamo ai figli: papà e mamma, con l’affido condiviso, devono assumere insieme le decisioni che li riguardano e quando sono in disaccordo chiedono al Giudice che diventa - suo malgrado- il terzo genitore; si tratta di uno schema che non sempre può funzionare, perché si basa sull’abdicazione del ruolo educativo da parte dei genitori e su un clima di permanente litigio che finisce per danneggiare proprio i figli. Esistono però strumenti alternativi, e uno dei più interessanti è la mediazione familiare: un professionista, imparziale, specializzato e formato ad hoc, che aiuta le parti a trovare i giusti canali di comunicazione, a individuare una soluzione concordata del loro [...]

Milano, la Mediazione familiare “entra” in Tribunale 2018-06-01T18:14:24+00:00

Mediazione familiare, la (vera) svolta è renderla obbligatoria

Nei tanti anni di lavoro nell’ambito delle separazioni non ho potuto fare a meno di notare quanto, seppure ciascuno con la propria storia personale, i genitori di oggi siano tutti accomunati dallo stesso elemento: il tentativo (più o meno conscio) di sottrarsi al conflitto, delegando ad altri il compito di gestirlo (giudici, avvocati, assistenti sociali, ecc.) per sentire meno il peso delle responsabilità. E a pensarci bene, non è poi così strano. Del resto, si sa, tutti noi siamo dotati di meccanismi di autoprotezione con cui ci difendiamo dagli eventi traumatici che possono compromettere la nostra serenità e che pertanto troviamo conveniente escludere dall’attività pratica e sensibile delle nostre giornate. In altre parole, tendiamo a rendere inconscio il contenuto mentale inaccettabile. Escludere, però, non equivale a risolvere. Il conflitto è un aspetto necessario e vitale della relazione. Anzi si potrebbe dire che ne è parte integrante. Nel conflitto siamo obbligati a considerare un punto di vista diverso dal nostro e ad ampliare il nostro campo di comprensione della realtà. Piuttosto che evitarlo, sarebbe quindi opportuno imparare ad attraversarlo, in modo da riuscire [...]

Mediazione familiare, la (vera) svolta è renderla obbligatoria 2018-06-01T17:31:12+00:00